Oggi vi portiamo in Liguria… Ad Arenzano

Questa incantevole cittadina è facilmente raggiungibile dall’autostrada dei fiori, provenienti da Genova è infatti la prima uscita . Come quasi tutte le cittadine liguri Arenzano è caratterizzata da un territorio collinare che . in alcuni punti, con forti pendii, discende verso il mare. Il lungomare decisamente caratteristico è costituito, sulla destra, da mirabili palazzetti liguri/marinari mentre il lato sinistro si perde nel panorama marino con spiagge attrezzate nella stagione estiva . Le viuzze del centro sono molto tipiche e percorrendole ,si respira un’aria quasi magica come solo i borghi marinari possono dare. Il lungomare finale della cittadina ,è caratterizzato dal profilo del Gran d’Hotel Arenzano; splendido palazzo liberty. La cittadina ha però la sua perla che ,ogni anno, porta qui moltissimi pellegrini; ovvero il santuario del Bambino di Praga che ovviamente anche noi abbiamo visitato. Il santuario sorge sulla parte più alta del borgo quindi, per chi non ama camminare o ha problemi di mobilità, consigliamo di raggiungerlo in auto, essendo dotato di un ampio posteggio nei pressi della struttura. Il santuario, primo in Italia dedicato al Bambino Gesù, fu fondato nel 1905 dall'ordine religioso dei Carmelitani Scalzi. Tale culto verso il Bambino di Praga fu diffuso da padre Cirillo del Carmelo, a seguito di presunti eventi miracolosi. La chiesa costruita in tipico stile rinascimentale di inizio 900sorge su un piazzale aperto che offre un naturale balcone con vista sul mare. Sembra che benedica l’intero golfo e lo protegga. Alla parte più importante si accede da una cappella a sinistra dove, tra stucchi ed ori, è collocata la venerata immagine del Bambino . La statua lignea attuale ,rivestita da sontuosi abiti e coronata, ha sostituito la prima icona, un semplice quadro, è fu collocata qui verso fine 800 ;dono di una nobildonna ligure, copia di quella conservata nella chiesa di Praga. La statua fu solennemente coronata nel 900 su bolla papale di Pio decimo. Certo la chiesa è di inizio 900 ma la visita infonde un senso di pace e di assoluta trascendenza, visionando soprattutto, le migliaia di ex voto appesi nel complesso . Accanto alla chiesa si trova un orto botanico dove i frati , ancora oggi, coltivano erbe ; con le quali danno vita a svariati prodotti erboristici che, vengono vendute all’interno dello store al termine del percorso, o direttamente via web. Si trova anche un organizzato centro per pellegrini e ristorazione. Info dettagliate le trovate all’indirizzo web www.gesubambino.org

Per concludere Arenzano regala giornata di relax e divertimento ma anche la possibilità di vivere una giornata altamente spirituale

Un fine settimana di luglio

By Ale e Paolo